SMILING

SLS o formula delicata?

Non tutti i dentifrici contengono additivi salutari. Qui si spiega perché per CURAPROX meno è meglio.

Altri strumenti utili - Non tutti i dentifrici contengono additivi salutari. Qui si spiega perché per CURAPROX meno è meglio.

Gli antichi Egizi utilizzavano una miscela di aceto di vino e pomice. Invece si dice che i Romani usassero conchiglie triturate, mentre nel Medioevo la gente utilizzava cenere di faggio e chiodi di garofano.

Ai nostri giorni gli ingredienti dei dentifrici sono ben lontani da ingredienti tanto naturali e puri. Normalmente i dentifrici standard contengono emollienti chimici, conservanti sintetici, aromi artificiali – e, in particolare, detergenti aggressivi e una quantità eccessiva di oli essenziali, per esaltare la freschezza del mentolo. E spesso ai danni della mucosa orale.

Le funzioni principali di un dentifricio

Innanzi tutto un dentifricio potenzia la pulizia meccanica ottenuta con lo spazzolino. In secondo luogo, dona una sensazione di freschezza, e questo è il motivo per cui ai dentifrici si aggiungono oli essenziali come il mentolo per rinfrescare l'alito.

Per l'azione pulente, generalmente ai dentifrici vengono aggiunte sostanze come agenti schiumogeni (tensioattivi) e detergenti. Queste sostanze racchiudono le parti insolubili della placca in cosiddette vescicole, in modo che vengano asportate con lo spazzolino quando si lavano i denti.

Come agente schiumogeno normalmente si utilizza il cosiddetto SLS (laurilsolfato di sodio). L'SLS viene sintetizzato trattando gli alcoli grassi con acido solforico. Malgrado questo detergente abbia un potere pulente molto elevato, comporta anche (la cosa è scientificamente provata) un rischio notevole per la salute.

Altri strumenti utili - Dipende dagli ingredienti attivi – anche da quelli che non ci sono

Dipende dagli ingredienti attivi – anche da quelli che non ci sono

L'SLS irrita sia la pelle che la mucosa orale, causa la morte dei globuli bianchi, provoca gengive sanguinanti e abrasione della mucosa e favorisce la formazione di afte nel cavo orale.

A differenza della maggior parte degli usuali dentifrici, CURAPROX ha lanciato Enzycal, che non contiene SLS. Enzycal protegge la mucosa orale dall'irritazione e riduce notevolmente il rischio di afte.

Simultaneamente Enzycal stabilizza e rafforza con i suoi enzimi naturali le funzioni antibatteriche e rimineralizzanti della saliva – senza bisogno di alcun altro ingrediente esotico, di produzione sintetica.

Inoltre il dentifricio Enzycal contiene solo una quantità minima di mentolo: gli oli essenziali di questo tipo irritano maggiormente la mucosa orale, se impiegati in quantità eccessive.

Cosa deve fare un dentifricio? Che contribuisca alla pulizia, protegga contro la carie o rinfreschi l'alito – in nessun caso dovrebbe essere nocivo.

xs
sm
md
lg