TEMI

Batteri – l'invasione della bocca

Carie, gengivite, parodontite – termini odontoiatrici che sono sulla bocca di tutti, ma cosa significano in realtà?

Altri strumenti utili - Carie, gengivite, parodontite – termini odontoiatrici che sono sulla bocca di tutti, ma cosa significano in realtà?

Nella nostra bocca vivono circa 50 miliardi di batteri. I più pericolosi sono gli streptococchi. Preferiscono vivere nei depositi che aderiscono alla superficie dei denti e si alimentano principalmente di zucchero. Come conseguenza vengono prodotti acidi organici, che sciolgono lo strato protettivo duro, spesso circa 2,5 millimetri, dello smalto dei denti. Se i germi riescono a penetrare fino alla dentina, nei denti si possono formare dei buchi. In assenza di trattamento la polpa del dente si infiamma, causando intenso dolore.

Altri strumenti utili - Evitare gli alimenti zuccherati

Evitare gli alimenti zuccherati

I batteri di questo tipo si depositano nelle nicchie della superficie occlusale (di masticazione) fra i denti e lungo il bordo gengivale intorno ai denti – in altre parole, in posti dove sono difficili da rimuovere e dove possono svilupparsi indisturbati.

Dato che i batteri possono convertire i carboidrati in acidi, i dolciumi e i cibi e le bevande che contengono zuccheri (compresi fruttosio e lattosio) favoriscono la carie. Se inoltre contengono anche acidi alimentari, come quelli dei succhi di frutta o della frutta, l'attacco sferrato allo smalto dei denti è ancora più intenso.

Altri strumenti utili - La parodontite è molto diffusa

La parodontite è molto diffusa

Mentre la carie distrugge il singolo dente, la parodontite interessa l'intero apparato che mantiene fissi i denti – dapprima le gengive e poi progressivamente la mascella e il tessuto che unisce le radici dei denti all'osso. Anche la parodontite è causata da batteri e insorge insidiosamente sull'arco di decenni. A differenza della carie, i danni dei tessuti parodontali difficilmente si possono riparare e spesso la conseguenza è la perdita dei denti. Ancora peggio: la parodontite aumenta il rischio di malattie cardiovascolari.

Il primo segno di un'incipiente parodontite è dato dalle gengive infiammate (gengivite). Le gengive sanguinanti sono spesso un chiaro indizio di parodontite. Una persona su cinque di età superiore ai 40 anni ne soffre – a questa età le persone perdono i denti più a causa della mancata cura delle gengive sanguinanti che della carie.

Altri strumenti utili - Cambiamento di paradigma nella profilassi

Cambiamento di paradigma nella profilassi

I dentisti più rinomati concentrano ormai il loro lavoro di prevenzione sulla lotta alla parodontite, assegnando la massima priorità alla salute dei tessuti parodontali. La moderna profilassi della parodontite porta automaticamente alla prevenzione della carie, perché entrambe hanno il medesimo obiettivo: l'eliminazione della placca. Infatti la placca causa sia la carie che la gengivite, come pure la parodontite.

Più precisamente: denti e spazi interdentali accuratamente puliti sono le premesse migliori per conservare i denti per tutta la vita. E questo richiede uno spazzolino da denti, uno spazzolino interdentale e filo interdentale.

I danni della carie si possono riparare. La gengivite si può curare (molto facilmente, con spazzolino e filo). Invece la parodontite è incurabile. Una buona igiene orale è il modo migliore per prevenire questo processo degenerativo – specialmente perché è un vero piacere quando si usano i prodotti giusti.

xs
sm
md
lg