TEMI

L'alito cattivo si sviluppa in bocca

L'alito cattivo (alitosi) è un effetto secondario molto diffuso quando si trascura l'igiene orale. Da dove viene l'alito cattivo e come si può (generalmente) evitare?

Altri strumenti utili - L'alito cattivo (alitosi) è un effetto secondario molto diffuso quando si trascura l'igiene orale. Da dove viene l'alito cattivo e come si può (generalmente) evitare?

I batteri che danno origine all’alito cattivi sono batteri anaerobi gram-negativi tra cui Treponema denticola e il Porphyromonas gingivalis. Il caratteristico odore alitosico è dovuto ai composti sulfurei volatili (comunemente chiamati VSC) provenienti dalla degradazione batterica di alcune proteine presenti nei residui alimentari all’interno del cavo orale.

Altri strumenti utili - Sintomi di igiene orale inadeguata

Sintomi di igiene orale inadeguata

Ovviamente a volte la causa può essere il cibo o un disturbo di stomaco. Comunque in circa il 90% dei casi la causa dell'alitosi risiede in bocca o in gola. Il 6% della popolazione soffre in permanenza di alitosi e in una persona su quattro la si riscontra occasionalmente. Statisticamente, gli anziani ne soffrono più frequentemente dei giovani e gli uomini più delle donne.

Altri strumenti utili - Una buona igiene orale è il trattamento migliore contro l'alito cattivo

Una buona igiene orale è il trattamento migliore contro l'alito cattivo

Se ne parla raramente, ma i dentisti lo dicono chiaramente: per loro l'alito cattivo generalmente è un sintomo di igiene orale insufficiente o inadeguata. Un collutorio specifico non contribuisce necessariamente a combatterlo, ma il controllo della placca è un mezzo efficace per prevenire l'alitosi.

Spazzolare correttamente i denti, pulire correttamente gli spazi interdentali e rimuovere dalla lingua il rivestimento di batteri. Gli strumenti necessari: uno spazzolino morbido, uno spazzolino interdentale per i molari e i denti laterali, un filo interdentale e un nettalingua.

Altri strumenti utili - È utile raschiare o masticare

È utile raschiare o masticare

Il nettalingua è uno strumento supplementare utilizzato dalle persone che, malgrado la pulizia con spazzolino e filo interdentale, soffrono in permanenza di alito cattivo.

I nettalingua rimuovono i batteri che si sono depositati sul dorso della lingua, in particolare sulla parte ruvida. Un nettalingua come CURAPROX CTC con uno o due raschietti ha un'azione puramente meccanica, è facile da usare e favorisce l'afflusso di sangue alla lingua.

Anche le gomme da masticare senza zucchero sono utili a questo scopo. Il fattore decisivo nel combattere l'alito cattivo non è però tanto il gusto di menta, quanto piuttosto la masticazione, che stimola il flusso di saliva. La saliva lava via i batteri e i residui di cibo.

xs
sm
md
lg